Pelle perfetta, non serve più il botulino: la pianta che sta facendo impazzire i VIP

Botox? No grazie! Per avere una pelle giovane, elastica e senza imperfezioni basta una pianta miracolosa! La usano anche i VIP!

Quante sono le star e i personaggi dello spettacolo che si affidano al botox per qualche ritocco? Magari per riempire un po’ qualche ruga nel contorno occhi o nella fronte. Insomma, essendo sempre sotto i riflettori spesso si trovano a dover fare qualcosa per apparire sempre giovani.

addio al botox grazie ad una pianta
Anche i VIP non ricorrono più al botox ma al potere di una pianta che rende la pelle perfetta – Misterkappa.it

Eppure sta prendendo sempre più piede, anche tra le star, l’abitudine di ricorrere a metodi molto più naturali degli interventi di chirurgia estetica, siano essi punture o veri e propri interventi. Questo perché nel regno della natura, talvolta si nascondono piante miracolose che possono rivoluzionare i nostri rituali di bellezza. Tra le innumerevoli piante che popolano la terra, c’è una piccola erba che sta attirando l’attenzione di esperti di cosmesi e celebrità di tutto il mondo. Vediamo di quale si tratta.

La pianta che sostituisce il botox

La pianta miracolosa sarebbe l’Acmella oleracea, conosciuta anche come “paracress” o “erba del formicaio” ed originaria delle calde terre dell’America tropicale. Questa pianta ha guadagnato il soprannome di “botulino vegetale” grazie ai suoi straordinari effetti sulla pelle. L’Acmella oleracea è ricca di un composto chiamato spilantolo. Questo ha dimostrato di possedere proprietà analgesiche e antinfiammatorie, rendendola un rimedio prezioso per trattare una vasta gamma di disturbi, dall’odontoiatria alla reumatologia. Tuttavia, è stato il suo impatto sulla pelle a catturare l’attenzione degli appassionati di bellezza.

acmelia orelacea la pianta che sostituisce il botox
La pianta che spopola anche tra i VIP per avere la pelle perfetta e senza rughe è l’acmelia orelacea – Misterkappa.it

Recenti studi hanno rivelato che lo spilantolo contenuto nell’Acmella oleracea ha un effetto di rilassamento muscolare, simile a quello del botox. Questa capacità di inibire l’attività contrattile dei muscoli sottocutanei del viso può portare a una riduzione temporanea delle rughe e delle linee sottili. Questo va così a conferire alla pelle un aspetto più disteso e giovane. In altre parole, l’Acmella oleracea offre una soluzione naturale e non invasiva per ottenere un effetto lifting senza dover ricorrere alle iniezioni di botox. La sua popolarità è tale che persino la Duchessa di Cambridge, Kate Middleton, è una fan di questa pianta miracolosa.

Ma prima di correre a caccia di prodotti contenenti estratto di Acmella, è importante comprendere che i risultati possono variare da persona a persona. Inoltre, l’effetto lifting è temporaneo e richiede un’applicazione costante. La dermatologa Francesca Aimi sottolinea l’importanza di consultare un esperto prima di utilizzare prodotti a base di Acmella oleracea. Questo serve per valutare la propria situazione e le eventuali controindicazioni. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’Acmella oleracea non è un sostituto del botox tradizionale, ma piuttosto un’alternativa naturale che offre risultati simili senza gli effetti collaterali e l’invasività delle iniezioni.

Tuttavia, l’uso dell’Acmella oleracea non si limita alla cosmesi. Françoise Barbira Freedman, un’antropologa dell’Università di Cambridge, ha scoperto questa pianta durante una ricerca condotta tra la tribù dei Keshwa Lamas in Amazzonia, dove viene utilizzata non solo per fini estetici ma anche come ingrediente culinario. In effetti, l’Acmella oleracea è un componente comune nella cucina amazzonica, aggiunto a zuppe e insalate per il suo caratteristico sapore piccante e le sue presunte proprietà salutari. Tuttavia, è importante procedere con cautela anche nell’uso culinario dell’Acmella oleracea. Il professor Fabio Firenzuoli, direttore del Centro di Ricerca e Innovazione in Fitoterapia e Medicina Integrata, consiglia di attendere ulteriori dati di sicurezza prima di introdurla nella propria dieta.

Infine, è importante ricordare che esistono molte altre sostanze naturali, come la bava di lumaca, l’elastina, il collagene e l’acido ialuronico, che offrono un’alternativa valida per chi desidera trattamenti anti-età. Tuttavia, l’Acmella oleracea si distingue per la sua capacità di fornire risultati simili a quelli del botox in modo naturale e non invasivo, confermando il suo status di “botulino vegetale” nel mondo della cosmesi moderna.

Impostazioni privacy